Ibrahim Kalin sente al telefono il consigliere per la sicurezza nazionale degli USA Jake Sullivan

In quanto due alleati della NATO, la Türkiye e gli Stati Uniti dovrebbero concentrarsi su priorità strategiche e interessi comuni...

1916208
Ibrahim Kalin sente al telefono il consigliere per la sicurezza nazionale degli USA Jake Sullivan

Il portavoce della Presidenza, Ibrahim Kalin ha tenuto un colloquio telefonico con il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti, Jake Sullivan.

Secondo una dichiarazione rilasciata dall'Ufficio stampa della Presidenza, durante il colloquio le due parti, oltre alle relazioni politiche ed economiche bilaterali, hanno valutati questioni globali e regionali come la cooperazione nell'industria della difesa, la guerra Russia-Ucraina, il Mediterraneo orientale, i processi di adesione di Svezia e Finlandia alla NATO, la Siria, l'Iraq e la lotta al terrorismo.

Pur esprimendo la loro soddisfazione per l'incontro a livello di leader tenutosi a Bali a margine del G20, entrambe le parti hanno convenuto di proseguire il dialogo e le consultazioni su questioni regionali e globali.

In quanto due alleati della NATO, la Türkiye e gli Stati Uniti dovrebbero concentrarsi su priorità strategiche e interessi comuni.

Inoltre è stata sottolineato l'importanza di una cooperazione continua nel campo dell’Industria della difesa e trasmesso l'aspettativa della Türkiye che il Congresso degli Stati Uniti completi incondizionatamente il processo di approvazione per l'acquisto e la modernizzazione delle caccie F-16.

È stato affermato che il prolungamento e l'espansione della guerra in Ucraina ha aggravato la crisi globale, che le parti devono porre fine alla guerra e tornare al tavolo dei negoziati.

La Türkiye continua a insistere su mosse diplomatiche che potrebbero aprire la strada ad un cessate il fuoco, compreso lo scambio di prigionieri e l'accordo sul grano.

Il portavoce Kalin ha reso noto le operazioni della Türkiye in Siria e Iraq hanno preso di mira le organizzazioni terroristiche separatiste PKK/PYD/YPG che minacciano la sicurezza nazionale del Paese.

Kalin ha ricordato che la Türkiye, che subisce attacchi terroristici, ha il diritto all'autodifesa ai sensi dell'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite. La Türkiye è determinata a eliminare tutte le minacce terroristiche.

Ibrahim Kalin esprimendo soddisfazione per i progressi compiuti dalla Finlandia e la Svezia, ha dichiarato che dovrebbero essere rispettati tutti gli impegni dell'accordo trilaterale firmato a Madrid a giugno.



NOTIZIE CORRELATE