Pannel "Un mondo più giusto e’ possibile” al parlamento europeo a Bruxelles

l pannel in cui sono stati discussi i difetti e le riforme necessarie nella struttura dell’ONU e gli esperti provenienti dai diversi paesi eurpei hanno presenttato le loro prospettive per adottare un modello più strategico e più adeguato.

1913274
Pannel "Un mondo più giusto e’ possibile” al parlamento europeo a Bruxelles

La direzione delle comunicazioni della Presidenza ha svolto un pannel come titolo “Un mondo più giusto e’ possibile” al parlamento europeo a Bruxelles.

Il pannel in cui sono stati discussi i difetti e le riforme necessarie nella struttura dell’ONU e gli esperti provenienti dai diversi paesi eurpei hanno presenttato le loro prospettive per adottare un modello più strategico e più adeguato.

Gli esperti, moderato  dal Consulente per le comunicazioni e le pubbliche relazioni dell’UE, Joanna Magdalena, hanno sottolineato che l’attuale struttura non è in grado di fornire soluzioni adeguate per le nuove minacce e c’è stato un’occasione per scambiare le informazioni in relazione al libro “Un mondo più giuto e’ possibile” del presidente Recep Tayyip Erdoğan.

Yusuf Erim, l’esperto di politica ester adi TRT World, ha reso noto che la struttura attuale dell’ONU non è più in grado di conttrastare  i problemi globali come il terrorismo, il cambiamento climatico. Erim ha sottolineato la necessità di una rappresentanza permanente dell'Africa e del Sud America nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Nel suo discorso, Ipek Tekdemir, consigliere per le politiche e le comunicazioni strategiche al Parlamento europeo, ha condiviso le sue opinioni sui passi che l'UE può intraprendere per rendere più giusto l'ordine mondiale.

Richard Milsom, ex direttore generale del Partito dei Conservatori e Riformisti europei, ha sottolineato che l'ordine mondiale di 70 anni non è sufficiente per trovare soluzioni alle nuove minacce.

Samuel Doveri Vesterbye, direttore del think tank European Neighbourhood Council, ha parlato dell'importanza di istituzioni emergenti come l'Organizzazione degli Stati turchi (TDT) a tal riguardo.

Maurizo Geri, analista strategico e consigliere politico per la NATO e i think tank, ha affermato che la questione del veto contro la maggioranza dei voti nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite è un concetto antiquato che non si adatta alla struttura democratica.



NOTIZIE CORRELATE