Il presidente Erdogan: “Lo scopo è impedire la costruzione di una una grande e potente Türkiye”

Il presidente Erdogan ha tenuto un discorso alla nazione alla fine della riunione del gabinetto tenutasi presso il complesso presidenziale...

1884926
Il presidente Erdogan: “Lo scopo è impedire la costruzione di una una grande e potente Türkiye”

“Non ci asterremo dal difendere i diritti e gli interessi del nostro Paese contro la Grecia, utilizzando tutti i mezzi a nostra disposizione”, ha dichiarato il presidente Recep Tayyip Erdogan.

Il presidente Erdogan ha tenuto un discorso alla nazione alla fine della riunione del gabinetto tenutasi presso il complesso presidenziale.

"Stiamo seguendo con cautela le politiche provocatorie e di incitamento dappertutto della Grecia. Siamo ben consapevoli che le vere intenzioni di coloro che hanno provocato e scatenato i politici greci contro di noi, sono quelle di ostacolare il nostro piano di costruzione di una grande e potente Türkiye.

I compromessi economici e politici che ipotecano il prossimo quarto di secolo della Grecia e che devono essere pagati, non minacciano noi, ma in realtà il popolo greco. Come Türkiye, in passato abbiamo visto questo scenario, l'abbiamo risolto, abbiamo chiuso quel libro e formulato un nuovo percorso per noi stessi. Ora, come vicino, ci rammarichiamo sinceramente che la Grecia sia sfacciatamente trascinata in un disastro simile.

Gli accumuli militari di paesi stranieri in tutta la Grecia dall'aspetto occupazionale dovrebbero essenzialmente disturbare il popolo greco, non la Türkiye.

Né quei rinforzi militari né quegli appoggi politici ed economici sono sufficienti per far salire la Grecia al nostro livello, ma sono sufficienti per trascinare la Grecia nel disastro. Non ci asterremo dal difendere i diritti e gli interessi del nostro Paese contro la Grecia, utilizzando tutti i mezzi a nostra disposizione. (Provocazioni greche) Questo è un gioco pericoloso sia per i politici greci, lo stato greco, il popolo greco e coloro che li usano come burattini"



NOTIZIE CORRELATE