Akar critica le parole del ministro Difesa greco Panagiotopulos sull'isola di Castelrosso

Il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar, che ha asisstito al presidente Recep Tayyip Erdoğan, che ha visitato gli Stati Uniti, ha risposto alle domande alla Casa turca a New York.

1884021
Akar critica le parole del ministro Difesa greco Panagiotopulos sull'isola di Castelrosso

Il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar ha reagito alle parole del ministro della Difesa greco Panagiotopulos sull'isola di Castelrosso( Meis).

"Ben fatto, abbiamo pensato che avessero dimenticato  di nuotare dopo aver visto il loro atteggiamento provocatorio . Se continuano a seguire questa mentalità, sapere come nuotare li aiuterà molto", ha detto Akar.

Il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar, che ha asisstito al presidente Recep Tayyip Erdoğan, che ha visitato gli Stati Uniti, ha risposto alle domande alla Casa turca a New York.

"Se vanno con questa mentalita’, saper nuotare li aiuterà molto", ha avvertito.

Il ministro Akar ha risposto alla dichiarazione del ministro della Difesa greco Panagiotopulos che ha indicato il distretto di Kaş ad Antalya dicendo: “Cosa  ne  dici? Devo saltare in mare e nuotare? Solo 2 miglia... Vediamo cosa succede?"

“Ben fatto, visto il loro atteggiamento provocatorio, abbiamo pensato che avessero dimenticato di nuotare. Se continuano a andare con questa mentalita’, sembra che saper nuotare sarebbe  utile.

Nonostante tutti i nostri sforzi ben intenzionati, alcuni politici greci continuano a impegnarsi in azioni provocatorie e retorica. Ricorrono a vari mezzi per diffamare la Türkiye. Si rendono ridicoli con calunnie infondate che non possono essere spiegate con la ragione, la logica e la legge.

Mentre li invitiamo costantemente a negoziare per la soluzione dei problemi, evitano sempre  il dialogo. Entrambi lo fanno e mentono sul fatto che la Türkiye è la parte che evita il dialogo.

Si lamentano sempre  della Türkiye  alle terze parti come la NATO, l'UE e gli Stati Uniti per problemi che possiamo risolvere tra di noi. Stanno cercando di trasformare i nostri problemi bilaterali in un problema Türkiye-NATO, Türkiye-UE o Türkiye-USA.

"Questa situazione ci dà diritto all'autodifesa"

Il ministro Akar ha anche accennato all'armamento da parte della Grecia delle isole con status non militare, osservando che è sorto il diritto all'autodifesa:

"Stanno cercando di fuorviare l'opinione pubblica internazionale con affermazioni irrealistiche sulla Türkiye in ogni piattaforma rilevante e irrilevante. Così facendo, mostrano un atteggiamento immorale e contrario alle pratiche diplomatiche. Armano le isole che dovrebbe avere lo status non militare,   questa situazione ci dà sia il diritto all'autodifesa che la protezione delle isole.Quando diciamo questo, ci accusano che minacceremo la loro sovranità.

Sono loro che eseguendo la politica di espansione. Sono loro che vogliono 40mila chilometri quadrati di giurisdizione per Meis.Sono loro che dal 1 gennaio hanno commesso più di mille violazioni. Lo fanno e poi ci descrivono come espansionisti e aggressivi. O non hanno uno specchio in casa o hanno paura di guardarsi Se si  guardano allo specchio, vedranno i loro veri volti, forse si vergogneranno.

"La Grecia dovrebbe trarre lezioni dalla storia"

La Türkiye  non è una minaccia per la Grecia ma  è un alleato forte, affidabile ed efficace. Il nostro obiettivo è che l'Egeo sia un mare di pace e amicizia per la pace e la stabilità e per l'equa condivisione di tutte le ricchezze. Tuttavia, abbiamo dato la risposta necessaria a tutti i tipi di tentativi ingiusti e illegali sul campo e al tavolo, e continueremo a farlo in futuro”, ha cocluso.

 



NOTIZIE CORRELATE