Erdogan: "Turchia non potra' mettere da parte l'embargo sulle armi imposto dalla Svezia"

"Da quest'anno aggiungeremo 6 nostri sottomarini alla nostra marina fino al 2027, metteremo in servizio uno di questi  sottomarini ogni anno", ha detto Erdoğan affermando che il paese non ha mai avuto un'opportunità senza pagare costro  nella sua storia.

1830877
Erdogan: "Turchia non potra' mettere da parte l'embargo sulle armi imposto dalla Svezia"

Il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha detto oggi che  la Turchia non potra' mettere da parte l'embargo sulle armi imposto dalla Svezia alla Turchia. Il presidente Erdoğan è intervenuto alla cerimonia tenutasi presso il comando dei cantieri navali di Gölcük. Erdogan ha sottolineato che il nuovo tipo di sottomarino della Turchia è molto impressionante per le sue caratteristiche tecniche.

"Da quest'anno aggiungeremo 6 nostri sottomarini alla nostra marina fino al 2027, metteremo in servizio uno di questi  sottomarini ogni anno", ha detto Erdoğan affermando che il paese non ha mai avuto un'opportunità senza pagare costro  nella sua storia.

"Stiamo conducendo lotte molto difficili", ha aggiunto Erdogan.

“Durante i giorni in cui abbiamo lottato con gli attacchi missilistici di DEASH contro le nostre province ai confini , il nostro sistema di difesa aerea è stato smantellato. Le armi, che non ci sono state date con i loro soldi, sono state trasferite alle sanguinose organizzazioni terroristiche (PKK) con camion per combattere il DAESH.  Avevano intenzione di circondarela Turchia con un corridoio del terrore. Nonostante i tradimenti dei paesi che conosciamo come amici e gli inganni dei paesi che consideriamo alleati, abbiamo avuto successo  nella lotta contro il terrorismo. La Turchia non ha ricevuto nessun  sostegno  dai suoi alleati nel soddisfare le sue esigenze di difesa e nella sua lotta cpntro terrorismo che dura per 40 anni", ha concluso Erdogan.

“Non possiamo mettere da parte l'embargo sulle armi impostoci dalla Svezia e non c'è una spiegazione ragionevole per questo. Sebbene il ruolo che svolgiamo nella NATO sia chiaro, stiamo ancora parlando con i nostri alleati della revoca delle sanzioni. Le nostre aspettative devono essere soddisfatte, devono essere presi provvedimenti concreti”. ha risposto Erdogan ad una domanda sull'adesine della Svezia alla  NATO.

 



NOTIZIE CORRELATE