Erdogan: “La Turchia è ferma nella sua posizione nei confronti della Finlandia e la Svezia”

Se c'è un paese che sarà un elemento di stabilità nella regione, è la Turchia, dobbiamo proteggerlo questo...

1829343
Erdogan: “La Turchia è ferma nella sua posizione nei confronti della Finlandia e la Svezia”
erdogan genclerle bulusma1.jpg
erdogan genclerle bulusma.jpg

"La NATO è un'organizzazione di sicurezza, non possiamo accettare organizzazioni terroristiche. Questi Paesi ospitano il PKK / YPG", ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan sulla domanda della Finlandia e della Svezia alla NATO.

Erdogan ha incontrato giovani di diverse città della Turchia nel programma "Discorsi in Biblioteca" tenutosi presso la Biblioteca Nazionale nel complesso presidenziale di Bestepe.

Erdogan rispondendo alle domande dei giovani, ha dichiarato che avrebbero detto "no" all'adesione alla NATO della Finlandia e della Svezia, che accolgono l'organizzazione terroristica separatista PKK/YPG, e che la Svezia è un vero nido di terroristi e che sono Paesi impongono anche sanzioni sulle armi alla Turchia.

Il presidente Erdogan sottolineando che la NATO è un'organizzazione di sicurezza, ha aggiunto:

"Non possiamo accettare la presenza di organizzazioni terroristiche in una tale organizzazione di sicurezza. Ecco perché perseguiremo risolutamente questa politica e ne abbiamo trasmesso ai nostri amici che diremo di no all'adesione alla NATO della Finlandia e della Svezia e continueremo in questo modo".

Mentre alla domanda sulla guerra Russia-Ucraina, Erdogan ha sottolineato che la Turchia persegue una politica di equilibrio tra i due paesi e che in questa politica non intende recidere i rapporti con i capi di stato di questi paesi, Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky.

Erdogan riferendo che continua la sua diplomazia telefonica con Putin e Zelensky, ha detto:

"Ho inviato a loro il mio inviato speciale e continueremo a farlo nel prossimo periodo. Perché lo scoppio di una nuova guerra mondiale non gioverà affatto alla nostra regione o al mondo.

Se c'è un paese che sarà un elemento di stabilità nella regione, è la Turchia, dobbiamo proteggerlo questo".



NOTIZIE CORRELATE