Continuano le reazioni delle autorità turche al provocatorio titolo del quotidiano greco

Il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar ha reagito al titolo di un quotidiano greco che ha preso di mira il presidente Recep Tayyip Erdogan...

1493981
Continuano le reazioni delle autorità turche al provocatorio titolo del quotidiano greco
ibrahim kalin.jpg

Il ministro della Difesa nazionale Hulusi Akar ha reagito al titolo di un quotidiano greco che ha preso di mira il presidente Recep Tayyip Erdogan.

"Condanniamo fermamente l'espressione usata dal quotidiano greco contro il nostro onorevole presidente, un'espressione che non ha nulla a che fare con il giornalismo e che è di un livello estremamente basso, che non sarebbe mai accettata da chiunque abbia un giudizio sano, incluso il popolo greco. Questo certificato di vergogna continuerà a essere un segno nero nella storia della stampa greca.

Speriamo che le autorità greche intraprendano immediatamente le necessarie azioni amministrative e giudiziarie contro queste persone immorali che mirano a sabotare le relazioni tra i due paesi e che sono già condannate nella coscienza pubblica.”, ha dichiarato il ministro della Difesa nazionale

Nel frattempo, anche il portavoce della Presidenza, Ibrahim Kalin, ha reagito al titolo del quotidiano greco.

"Lo condanno nel modo più violento, lo maledico. Perché questo titolo non ha nulla a che fare con la libertà di stampa e la libertà di espressione. Questa è una provocazione ", ha detto Kalin.

Il portavoce riferendosi al post del presidente francese Emmanuel Macron, pubblicato su "Twitter" in turco sul Mediterraneo orientale, ha fatto questa valutazione:

"È un passo positivo e affascinante che il signor Macron abbia pubblicato un messaggio in turco. Ma il significato è più importante delle parole. È anche necessario esaminare cosa si intende con questo e con quale quadro politico strategico si adatta. A mio parere, Macron non legge correttamente la politica mondiale".



NOTIZIE CORRELATE