Elazığ colpito da forte terremoto di magnitudo 6.8

Sono almeno 20 le vittime del forte terremoto, di magnitudo 6.8  che ha colpito ieri sera la provincia orientale turca di Elazig.

Elazığ colpito da forte terremoto di magnitudo 6.8

Nel terremoto di magnitudo 6,8 della scala Richter che si è verificato ieri sera, nel distretto di Sivrice a Elazig, alle 20:55 (ora locale turca), hanno perso la vita 22 persone e rimaste ferite 1.243.

Finora sono state salvate 43 persone, e continuano gli sforzi per salvare 18 persone che si pensano di essere sotto le macerie.

Il terremoto si è verificato ad una profondità di 6,75 chilometri, e durò circa 40 secondi.

Il terremoto è stato avvertito anche nelle città di Adana, Hatay, Osmaniye, Tunceli, Gaziantep, Sanliurfa, Malatya, Mardin, Samsun, Tokat, Çorum, Mardin, Kayseri e nel nord della Siria.

Il ministro degli Interni Suleyman Soylu, il ministro dell'Ambiente e dell'Urbanizzazione Murat Kurum e il ministro della Salute Fahrettin Koca, si sono recati nella regione per condurre osservazioni.

Soylu, Kurum e Koca hanno offerto una conferenza stampa nel centro di coordinamento sul terremoto di Elazig, presso il Governatorato di Elazig.

“Nel terremoto, 4 persone hanno perso la vita a Doganyol (Malatya) e 18 ad Elazig. Al momento, secondo i dati raccolti non ci sono pazienti con uno stato allarmante in termini di funzioni vitali” ha detto Soylu

Il ministro della Salute, Koca, ha riferito che 4 ospedali da campo e 48 tende sono pronti per essere installati nella regione del terremoto. Inoltre, il ministro sottolineando che sono pronti sia gli elicotteri ambulanze che gli elicotteri aerei, ha aggiunto:

“In questo senso, voglio dire che non avremo nessun problema”

Mentre, il ministro Kurum ha detto:

“Con 184 squadre composte da 368 persone stiamo eseguendo lavori di valutazione dei danni nella sovrastruttura. Al momento, non ci sono problemi infrastrutturali relativi alle acque reflue, all'acqua potabile ed agli impianti di trattamento”

Nella regione continuano i lavori delle squadre di soccorso di AFAD, Mezzaluna rossa turca e UMKE (Squadra nazionale di salvataggio medico), di vigili del fuoco, di mediche e generi di soccorso e di squadre di ricerca e salvataggio di alcuni comuni.

Nel frattempo, a seguito del terremoto ci sono state 228 scosse di assestamento nella regione.

Il presidente, Recep Tayyip Erdogan sta seguendo da vicino i lavori dopo il terremoto.

Il presidente ha annunciato che sono state prese tutte le misure per garantire la sicurezza della vita ed ha espresso le sue profonde condoglianze alle famiglie delle vittime del terremoto.


etichetta: Turchia , 6.8 , Elazığ , terremoto

NOTIZIE CORRELATE