Oktay: “La Turchia non è un paese che agisce in base alle minacce"

Il vicepresidente ha valutato l'operazione prevista contro l’organizzazione terroristica separatista YPG / PKK nell’est del fiume Eufrate, in Siria...

1284087
Oktay: “La Turchia non è un paese che agisce in base alle minacce"

Il vicepresidente turco Fuat Oktay ha dichiarato che la Turchia non è un paese che agisce in base alle minacce.

Oktay ha tenuto un discorso alla cerimonia di apertura dell'Anno Accademico 2019-2020 nell'Università Gazi di Ankara.

Il vicepresidente ha valutato l'operazione prevista contro l’organizzazione terroristica separatista YPG / PKK nell’est del fiume Eufrate, in Siria.

Oktay sottolineando che 370 mila siriani sono tornati volontariamente nelle zone sicure formate grazie all'operazione Scudo dell'Eufrate e ad Afrin, ha detto:

“Ora è il momento di formare una zona sicura ad est dell'Eufrate. Da un lato, la Turchia lotterà contro le organizzazioni terroristiche che minacciano i nostri confini meridionali, e dall'altro, garantirà l'opportunità ai rifugiati siriani in Turchia di tornare volontariamente nel loro paese. I messaggi alla società internazionale sono chiari. La Turchia non è un paese che agisce in base alle minacce. Se si tratta della sicurezza della Turchia, come rende noto sempre il nostro presidente, la Turchia stessa determina la sua strada, fa ciò che deve essere fatto e mai, in nessuna condizione, consentirà la formazione di uno stato terroristico, un corridoio terroristico proprio accanto a il suo confine. Qualunque sia il costo."

 


etichetta: #Fuat Oktay

NOTIZIE CORRELATE