Rassegna Stampa Turca

Haberturk titola: "Erdogan:" L'unico paese che si preoccupa dei siriani è la Turchia”...

1588862
Rassegna Stampa Turca

Haberturk titola: "Erdogan: L'unico paese che si preoccupa dei siriani è la Turchia” e riporta che il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, ha tenuto un discorso alla Conferenza internazionale sulla migrazione ad Izmir. “Mentre l'Unione europea dà un sostegno di 3 miliardi di euro alla Grecia per 100 mila rifugiati, non fa lo stesso per i 4 milioni di rifugiati in Turchia. Non si sa dove siano o da chi siano stati rapiti decine di migliaia di bambini siriani in Europa”, ha detto il presidente Erdogan. 

Hurriyet titola: "Cavusoglu: Il mondo è rimasta in silenzio davanti al massacro del PKK” e riporta che il ministro degli Esteri, Mevlut Cavusoglu alla 46esima sessione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite ha dichiarato che il mondo ancora una volta si è zittito di fronte al massacro di 13 persone innocenti a Gara in Iraq da parte dell’organizzazione terroristica separatista PKK. "Questa minaccia non può essere eliminata senza la solidarietà internazionale e con i doppi standard esistenti”, ha reso noto il ministro Cavusoglu.

Vatan titola: "Confessione storica degli Stati Uniti: Abbiamo commesso un errore sulla questione di YPG” e riporta che dagli Stati Uniti è arrivata una confessione che ha attirato reazioni per aver sostenuto l’organizzazione terroristica separatista PKK / YPG in Siria. L'ex comandante delle forze in Europa, il tenente generale Ben Hodges, sull’argomento ha detto: "La fiducia deve essere ricostruita con la Turchia. Abbiamo commesso un errore con PKK / YPG. Dovrebbero essere riviste le decisioni prese per dare priorità ai vantaggi tattici, come la collaborazione con PKK / YPG, che danneggia gravemente le relazioni con un alleato come la Turchia".

Star titola: "Errore storico della Grecia e della parte greco-cipriota” e riporta che il prof. dott. Huseyin Isiksal ha affermato che la Grecia e la parte greco-cipriota non stanno cercando una soluzione, ma concessioni. Isiksal sottolineando che il duo, che si aspetta che la Turchia dia concessioni, si sbaglia gravemente, ha aggiunto: "Giorni difficili attendono la Grecia e l'amministrazione greco-cipriota, che prima o poi capirà che i paesi europei non vorranno confrontarsi con il più importante e strategico attore nel Mediterraneo orientale, la Turchia”.

Yeni Safak titola: "La produzione di oro in Turchia sta per battere un record” e riporta che la produzione di oro aumenta in Turchia. Il Ministero dell'Energia e delle Risorse Naturali ha pubblicato sui social media i dati sulla produzione di oro negli ultimi 5 anni. Secondo questo, nel 2016 la produzione d'oro è stata di 24,5 tonnellate, nel 2017 di 22,5 tonnellate, nel 2018 di 27,1 tonnellate, nel 2019 di 38 tonnellate e nel 2020 ha raggiunto i 42 tonnellate.



NOTIZIE CORRELATE