Agenda/Droni turchi

Cari ascoltatori vi presentiamo le analisi  del direttore delle Ricerche di sicurezza presso SETA, Prof.  Murat Yeşiltaş.

1651794
Agenda/Droni turchi

Tra Polonia e Turchia  e’ stato firmato un accordo per l’acquista di 24 droni senza pilota di produzione turca Bayraktar TB2. Quest’accordo di vendita ha voltato una volta gli occhi sulla Turchia.

Prima Qatar, Libia, Ucraina e Azerbaigian hanno acquistato i droni Bayraktar TB2 dalla Turchia, pero’ con l’ultimo accordi di vendita firmato con la Polonia per la prima volta un paese membro della NATO e dell’Ue ha acquistato i droni turchi. Ci sono alcuni motivi di questa tendenza di acquista dei drroni turchi e perche’ la Polonia ha f,irmato accordo con la Turchia  scegliendo i droni turchi.

 

Droni prodotti in Turchia con tecnologia digitale a low cost hanno distrutto carri armati e altri veicoli corazzati, nonché sistemi di difesa aerea, nelle battaglie in Siria, Libia e Azerbaigian. Questi droni economici e efficaci cambiano la geopolitica e le regioni del confilito.  I droni turchi  hanno inattivato i sistemi avanzati russi nel conflitto.  Questo fatto ha messo in dibattito altri sistemi sviluppati. I droni turchi hanno messo i successi non solo nel sorvegliare, e osservazione ma anche nel Turchia distrugere carri armati e altri veicoli corazzati, nonché sistemi di difesa aerea, nelle battaglie combattute. questi droni prendono il posto  di quelli  costosi. Questi droni offorno un opzione piu’ economico rispetto ai sui rivali. Nella NATO c’e’ il dominio dei droni americani  ma piu’ costosi. Inoltre la vendita di questi droni e’ un po’ difficili  prendendo in cosiderazione  le norme americane e  gli obblighi di acquisto. Mentre la Turchia offre una vendita piu’ flessibile.

La firma di un accordo per l’acquisto dei droni turchi non e’ oltre una relazione commerciale. Avra’  risultati geopolitici poiche’ la Polonia e ‘ un pase membro della NATO. Cosi l’accordo ha il potenziale di rafforzare lo spirito di collaborazione tra Turchia e NATO.

Inoltre, dopo Ucraina anche la Polonia che sono due avversari della Russia, hanno prefeirto questo sistema turco. Si considerebbe che qusto passo sia una politica controversia davanti alla politica russa. Cosi si puo’ dire che area di movimento della Russia non e’ cosi vasta come prevista.

 

 


etichetta: #Turchia , #droni , #agenda

NOTIZIE CORRELATE