UNA FINESTRA SUL CINEMA TURCO

Come si sa il cinema è nato con il dispositivo chiamat cinematografo dai fratelli, Louis ve Anguste Lumiere

1509089
UNA FINESTRA SUL CINEMA TURCO

Oggi menzioniamo i primi anni e gli anni successivi del cinema turco.Tanti paesi non hanno potuto giovarsi delle opportunità culturale, tecnologico, sociale  del cinema la cui scoperta risaliva verso la fine del diciannovesimo secolo. Dopo un anno della scoperta del cinema invece, in cinema è entrato nei territori degli ottomani nel 1896.

Come si sa il cinema è nato con il dispositivo chiamat cinematografo dai fratelli, Louis ve Anguste Lumiere con lo spettacolo svolto a Parigi nel 23 Dicembre 1895 in Grand Cafe. Dovuto agli interessi della gente per questo dispositivo, i fratelli Louis ve Anguste Lumiere affinché si producesse più hanno fatto ordinare agli ingegneri. D’altra parte insegnando come funzionava questi dispositivi dall’altra parte arricchendo gli archivi sono riusciti a girare i film nei vari posti del paese.

Dopo che erano arrivati i lavoratori di Lumiere In Russia e in Medio Oriente a partire del 1896, essendo arrivati anche nei territori degli Ottomani hanno girato i film e hanno conosciuto il cinema in Turchia.

La prima proiezione del film In Turchia è iniziata con le proiezioni svolte da un francese che si chiamava Bertrand nel 1896 in palazzo nel periodo di II.Abdulhamit. Il conoscimento del cinema in Turchia è diventato attraverso Sigmund Weinberg, il rappresentante di una ditta francese in Turchia che chiamava  ‘Pathe’.

La prima proiezione del film aperta al pubblico è stata realizzata da Weingberg. Le proiezioni del film seguono gli altri spettacoli fatti da un francese,Cambon, ad Istanbul in Beyoglu. Gli spettacoli di Cambon erano rimasti incantati più di quelli di Weinberg A causa delle spiegazioni turche nei film. Per questo anche Weinberg che era chiamato in Palazzo per proiettare i film ha rinnovato il suo dispositivo e l’ha portato ad Istanbul. I film proiettati in quegli anni erano con cortometraggio e i film comici. Il conoscimento del cinema con le donne, che nın aveva una sala speciale dapprima e che era stato presentato cone birreria speciale per i maschi ed amato dal popolo ed accompagnato a Karagöz e Meddah (gli spettacoli tradizionali turchi) nelle notti di Ramadan, è diventato con entrata del dispositivo “Cinematografo” nei palazzi. Per giungere continuamente ad una sala del cinema bisognava aspettare l’anno dell’1908. Weinberg che ha preso in consideraizone l’interesse del popolo verso il cinema, nell’1908 ha fatto costruire ‘Cinema Pathe’, il primo cinema in Turchia. Cosi il cinema ormai possedeva il proprio posto e ha preso progressivamente il suo posto nella struttura di divertimento tradizionale della società turca.

Dovuta ai problemi politici, economici e alla mancanza della tecnologia il progresso del cinema in Turchia è potuto essere possibile fin dalla Prima Guerra Mondiale. A questo punto quando si dice il cinema in Turchia, unico nome esperto è Weinberg.In questi anni Turchia ha scoperto il cinema. Weinberg che era pioniere  del cinema in Turchia, nei palazzi dei generali, di pascia, nelle scuole come Mekteb-, Sultani (Liceo di Galasaray), Istanbul Sultanisi (Il Liceo Maschile d’Istanbul) e che riproduceva il film, che aveva aperto la prima sala del cinema ha attirato l’attenzione come un pioniere versatile.

I cittadini Ottomani, Janaki e Milton Manaki Fratelli, che facevano il fotografo in Monastero nei territori dello Stato Ottoman, con Bioscope 300 portato da Londra, hanno girato un documentario intitolato ‘ La Visita del Monastero del Sultano Mehmet Resat’  Questo documentario portava la peculiarità del primo film girato nell’ultimo periodo degli Ottomani.La sua copia originale si trova in Macedonia.

Weinberg oltre ai documentari credendo che andavano proiettati i film con temi si è messo a girare i film con il tema. Cosi ha iniziato a girare “Leblebici Horhor”. Essendo morto uno dei protagonisti non è stato completato l’intero del film. Ma stavolta ha iniziato a girare il film ‘Il Matrimonio di Himmet Aga’ adattato dal ‘Matrimonio Forzato’ di Moliere. In questo film hanno fatto la parte pure gli attori turchi ma a causa del servizio militare neanche questo non è stato terminato. Dolpo la guerra il film è stato completato da Uzkınay, aiutante di Weinberg. Cosi nel 1918 per la prima volta è stato girato il primo film col tema in Turchia.    Verso la fine della guerra sono cominciate le riprese del film che narrava la fine triste del Sultano III, cosidetto Alemdar Vak’ası Yahut Sultan Selim’i Salis’. Dopo un mese la guerra è terminata. Nella storia del cinema turco questo film ha preso il suo posto come la prima prova del film storico. I primi film a lungo metraggio con due temi si chiamavano ‘Mürebbiye’ (Maestra) e ‘Binnaz’, girati nel 1919. Ahmet Fehim Efendi, il regista del film, non si occupava al cinema, ma era il regista e l’attore del teatro che nell’era della fondazione del teatro aveva contribuito per teatro. Lui prima ha girato ‘Mürebbiye’ in cui aveva fatto la parte, adattato dal romanzo di Hüsayin Rahmi Gülpınar. Raccontava i comportamenti ridicoli delle famiglie vistose. Ma la maestra in film era una francese che era entrata in famiglia turca da maestra che aveva cerato i problemi fra i maschi in famiglia. Dato che la protagonista era francese, il film é stato censurato dai francesi che erano le forze di occupazione di quel periodo nei territori turchi. Per questo si dice che ‘Mürebbiye’ è il primo film censurato nella nostra storia del cinema.       Il tema del film ‘Binnaz’ girato nel 1919, era basato su Binnaz che era la donna bella e famosa del ‘Periodo di Tulipano’ dell’Impero Ottomano e sulla relazione di due uomini che desideravano di conquistare il cuore di Binnaz. Il film i cui temi erano l’amore, la gelosia, l’amicizia è stato girato da Ahmet Fehim Efendi e Fazlı Necip. Il lato negativo del film era la mancanza del tecnico del cinema, della luce, dell’uso della cinepresa. Nonostante queste critiche il film è riuscito ad ottenere 55 000 lire di ricavo. Il film che era durato per 45 minuti è stato venduto ai paesi d’estero per esempio in Inghilterra.


etichetta: #cinema turco

NOTIZIE CORRELATE