Agenda: Provocazione ad Idlib

Anche in momenti in cui non ci sono conflitti su larga scala in Siria, ci sono sempre sviluppi significativi...

1461465
Agenda: Provocazione ad Idlib

Anche in momenti in cui non ci sono conflitti su larga scala in Siria, ci sono sempre sviluppi significativi. Molti attori esterni e interni cercano di rafforzare le posizioni facendo mosse militari e politiche in linea con i loro interessi. La guerra civile in Siria, che ha lasciato dietro otto anni, continua a seguire un percorso dinamico. Mentre alcuni attori cercano di giocare a loro favore, altri continuano a fare mosse che lo impediranno e investiranno nel caos in questo paese. Il recente attacco contro la pattuglia congiunta turco-russa potrebbero essere valutato in tale contesto.

Idlib, che è stato l'ultima roccaforte dell'opposizione, con quasi 3,5 milioni di abitanti, è stato preso di mira dal regime e dai suoi sostenitori, e centinaia di migliaia sono state sfollate e altre migliaia sono state uccise. Questi attacchi sono riusciti a fermarsi solo con l'intervento della Turchia, mentre attraverso un accordo raggiunto tra la Turchia e la Russia è stato attuato un cessate il fuoco. In questo contesto i soldati turchi e russi iniziarono le pattuglie congiunte sull'autostrada M4 e quest'area si stava espandendo passo dopo passo.

Dopo che la ventesima pattuglia congiunta nella regione di Idlib raggiunse Badama, la ventunesima pattuglia congiunta fu pianificata per coprire l'intera rotta stabilita a Mosca e si prevedeva che queste pattuglie avrebbero avuto successo. Ma durante la pattuglia, i soldati russi furono attaccati con autobombe e la rotta concordata tra la Turchia e la Russia non fu completata.

L'organizzazione chiamata "Hattap Shishani" ha rivendicato la responsabilità dell'attacco. Il nome usato da questa organizzazione è molto significativo per la Russia. In effetti, questa organizzazione, riferendosi ai ceceni, trasmette un messaggio diretto alla Russia. Quando valutiamo che non esiste un'organizzazione ben nota chiamata "Hattap Shishani" sia a Idlib che in altre regioni controllate dall'opposizione in Siria, sorgono importanti questioni. È possibile che questa organizzazione, che si intendeva essere stata fondata sulla carta, abbia eseguito questo attacco per conto di una struttura collegata ad al-Qaeda chiamata Huraseddin, mentre un altro sospetto è che questo potrebbe anche essere un atto di un terzo attore che mira a rompere l'accordo turco-russo.

In effetti, le forze aeree russe organizzando molte operazioni aeree dopo l'attacco a Idlib, mentre bombardavano elementi dell'opposizione nella regione, hanno anche colpito la città di Al-Bab, causando la morte di diversi civili. Così la Russia trasformando un attacco contro i suoi soldati in un'opportunità, ha bombardato l'opposizione moderata sostenuta dalla Turchia e questo è un indice di quanto fragile sia l'accordo di Mosca. Attori interni ed esterni, che cercano di prevenire la Turchia e la Russia, non rimangono in silenzio, mentre ancora una volta è stato dimostrato che cercano di manipolare il processo con atti provocatori


etichetta: #Can Acun

NOTIZIE CORRELATE