Gli archeologi hanno scoperto motivi geometrici nascosti nel tempio di Göbekli Tepe

Gli archeologi hanno scoperto motivi geometrici nascosti nel tempio di Göbekli Tepe, un sito archeologico nella provincia sud-orientale della Turchia Şanlıurfa che ospita il tempio più antico del mondo.

1426354
Gli archeologi hanno scoperto motivi geometrici nascosti nel tempio di Göbekli Tepe

Il tempio in pietra più antico del mondo, nel sito archeologico di Göbekli Tepe (Turchia) potrebbe essere stato eretto seguendo un preciso piano architettonico basato su motivi geometrici.

 

Un gruppo di archeologi dell'Università di Tel Aviv  ha utilizzato una tecnica di analisi basata su algoritmi spaziali per misurare il piano architettonico di Göbekli Tepe. È emerso che le tre strutture principali del complesso, i recinti B, C, D, sono "legate" da un motivo geometrico preciso: i loro centri formano un triangolo equilatero praticamente perfetto, nonostante dimensioni e posizioni dei recinti siano apparentemente causali. Muretti e pilastri sarebbero stati disposti secondo un progetto unitario e - al contrario di quel che si pensava - sarebbero stati eretti nella stessa epoca. 

 

Gli archeologi hanno scoperto motivi geometrici nascosti nel tempio di Göbekli Tepe, un sito archeologico nella provincia sud-orientale della Turchia Şanlıurfa che ospita il tempio più antico del mondo.

 

Gli archeologi Gil Haklay e Avi Gopher dell'Università di Tel Aviv hanno pubblicato un nuovo rapporto su Göbeklitepe, un sito incluso nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Le scoperte più recenti suggeriscono che i cacciatori-raccoglitori neolitici che costruirono enormi monoliti 11.500 anni fa avevano una maggiore conoscenza della geometria, una struttura sociale molto più complessa di quanto si pensasse in precedenza e che venivano utilizzate tecniche di pianificazione complesse che in precedenza erano considerate impossibili all'epoca.

 

Gli studi sui tre più antichi recinti di pietra nel sito hanno rivelato che queste strutture hanno un modello geometrico nascosto, incluso un triangolo equilatero che sta alla base dell'intero piano architettonico.

 

Haklay e Gopher pensano che la struttura costituita dai tre recinti sia stata progettata come una singola unità e molto probabilmente costruita contemporaneamente, contrariamente alle ipotesi precedenti. Questo scenario significherebbe che i costruttori di Göbeklitepe hanno compreso i principi geometrici migliaia di anni prima dell'invenzione della ruota e applicato questi principi ai loro piani di costruzione.

 

Göbeklitepe è considerata la culla delle prime civiltà e attira ogni anno milioni di turisti locali e stranieri.

 

Il sito è stato scoperto nel 1963 da ricercatori delle università di Istanbul e Chicago. L'Istituto Archeologico Tedesco e il Museo lanlıurfa eseguono scavi congiunti sul sito dal 1995. La scoperta più significativa degli scavi sono gli obelischi a forma di T risalenti al Neolitico che si innalzano da 3 a 6 metri (10-20 piedi) di altezza e pesano 40 a 60 tonnellate.



NOTIZIE CORRELATE