Come era la vita nella società di Frigia?

Chi era Midas, un personaggio notevole dell’epoca?

Come era la vita nella società di Frigia?

 

La risorsa economica del popolo era basata sull’agricoltura e sull’allevamento. In particolare avevano le leggi certe e rigide. Tagliare bue era vietato. Il popolo si occupava di agricoltura, aveva tanto bue, tanti cavalli, muli, il ricavo più alto veniva dall’agricoltura. Inoltre tessevano i tappetti preziosi chiamati ‘tapates’ famosi mondiali.

Il popolo di Frigia rimanendo incantato dalla civiltà degli Ittiti ha creato una civiltà forte. L’arte di Frigia ha portato le tracce dell’arte di  Assiro e di  Urartu accanto a quelle degli Ittiti. Hanno costituito i santuari per Dea Kibele, creduta come ‘Dea di Fertilità.’ I pareti di questi santuari sono stati ornati di foglio fatto da terracotto. La Frigia era una civiltà sviluppata nel campo di operare la miniera.  Negli scavi sono stati trovati i piatti di rame, le spille da balia d’argento, i portacapelli,i prodotti di tessitura, le statue d’animale fatte da ceramica e da legno. Si vede che la tecnologia usata per le spille da balia era abbastanza sviluppata rispetto a quel periodo.

La caratteristica più importante della cultura di Frigia era i tumuli. Questi erano le tombe   fatte artificiali che non erano presenti prima della civiltà di Frigia. Il re, la sua famiglia e i nobili erano seppelliti qui con le proprie robe. Avendo costruito il tetto, erano fermati i tumuli con la pietra e terra.Più tardi i cadaveri, sono stati bruciati e i loro ceneri sono stati messi in contenitore chiamato ‘urna’ e poi sono stati posti nei tumuli. Il popolo di Frigia credeva in tanti Dio come gli Ittiti. Dea principale chiamata ‘Kibele’ era quella di fertilità relativa al territorio e alla produzione. L’amante di Kibele cosidetto ‘Attis’, Dio di agricoltura cosidetto ‘Sabazios’, Dio di Luna chiamato ‘Men’ erano gli altri dei.

Il crollo della civiltà di Frigia è stato realizzato da una civiltà intitolata ‘Kimer’.

 

E MIDAS…

Il re Midas, oppure col altro nome Muskili Mita  nelle fonti assire, è il  re leggendario di Frigia. Sono state scritte tante mitologie riguardante  alla sua vita e alla sua morte.

Negli studi fatti è stato inteso Midas che era stato colpito da una malattia nel ventre di sua madre e per questo era nato con gli orecchi straordinari; uno degli orecchi si vedeva  più alto o basso dell’altro. Era una parvenza brutta. Per questo motivo si diceva che Midas di cui si vergognava dei suoi cittadini, portasse qualcosa simile al cappello per nascondere i suoi orecchi.

Diventare il re per Midas era una coincidenza interessante. Dopo la morte di Gordios, re di Frigia,  sono state lanciate tante profezie chi sarebbe diventato il nuovo re. Secondo i veggenti, colui che giungeva in città  per la prima volta sarebbe stato il re. Midas invece mentre immigrava in città  con la sua famiglia e dal momento in poi ormai il nuovo re era lui.

Midas che aveva permesso gli immigrati venuti dalla Grecia e Tracia, ha preso un posto notevole come il re avendo creato il paese più forte nella storia di Frigia . Nel processo di Midas i territori di Frigia sono stati allargati e ha ottenuto tutta la parte del Medio Anatolia.

 

Quanto alle leggende di Midas il quale è famoso con i suoi orecchi come asino e trasformare in oro tutto ciò che tocca:

“In una gara di musica tra Apollon; dio del Greco e Pan; quello del prato, re Midas è  il giudice. Midas  usa il suo voto a favore di Pan ,l’altro giudice invece per Apollon. Apollon che si  arrabbia con Midas,  trasforma i suoi orecchi negli orecchi di asino. Midas cerca di nasconderli usando un cappello. Non ne parla a nessuno. Però un giorno va dal barbiere e lui si accorge dei suoi orecchi ma neanche il barbiere non ne parla a nessuno.  Dopo un pò di giorni non ne può più e pensa di parlarne. Se ne va in un pozzo e grida: “Gli orecchi di Midas sono come quelli di asino, tante volte…”Secondo la leggenda il pozzo alle acque, le acque alle erbe dice questo segreto. E così il segreto è sentito da tutti. Il popolo inizia a prendergli in giro, a disprezzarlo. Tutti questi casi spingono Midas a far tagliare i propri orechhi e ce lo fa. Ma stavolta ha una parvenza peggiore di quella prima,perché sono così come edera. Midas che  chiede l’aiuto a Apollon,lo prega. Alla fine viene perdonato".

Secondo la mitologia invece, la seconda leggenda è narrata in questo modo:

“L’amico di Dionisos; dio del vino, Satiros un giorno facendo una passeggiata nei giardini della rosa di Midas si addormenta e lo trova Midas. Lo ospita a casa sua e Dionisos per ringraziarlo promette a Midas di fare tutto quello che desidera. Midas gli chiede a trasformare in oro tutto ciò che tocca.E si realizza questa sua volontà.All’inzio Midas ne è contento ma dopo, diventare tutto oro come qualcosa da mangiare e da bere mette Midas in vigore e ci rinuncia.  Chiede l’aiuto a Dionisos. Dionisos gli dice di lavarsi nel fiume di Paktalos. Il re Midas lo fa e si trasforma come prima.”


etichetta: Midas , Frigia

NOTIZIE CORRELATE