L'Unione europea propone l'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e l'alto rappresentante dell'UE per le relazioni estere e la politica di sicurezza Josep Borrell hanno annunciato la proposta del nuovo pacchetto di sanzioni dell'UE...

1886050
L'Unione europea propone l'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia

L'Unione Europea (UE) ha proposto l’ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia, che comprende i divieti commerciali e un tetto massimo al prezzo del petrolio russo.

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e l'alto rappresentante dell'UE per le relazioni estere e la politica di sicurezza Josep Borrell hanno annunciato la proposta del nuovo pacchetto di sanzioni dell'UE.

Von der Leyen sottolineando che non riconosceranno il “falso” referendum dei separatisti nell'est dell’Ucraina e l'annessione delle terre ucraine, ha affermato che la minaccia nucleare del presidente russo Vladimir Putin e la dichiarazione di mobilitazione hanno aumentato le tensioni.

Von der Leyen ha riferito che per questo motivo l'UE ha preparato e proporrà l'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia, e che mirano di indebolire l'economia russa.

Secondo il nuovo pacchetto di sanzioni proposto da von der Leyen, che deve essere approvato dai 27 paesi membri dell'UE per essere attuato, alcuni individui e organizzazioni verranno aggiunti all'elenco delle sanzioni, così come alcune restrizioni al commercio e alle importazioni di petrolio.

In questo contesto, sarà vietata l'importazione di alcune merci russe. L'Ue calcola che la Russia sarà privata di 7 miliardi di euro di entrate a causa di questi beni, i cui dettagli non sono ancora disponibili, e che non potranno entrare nel mercato europeo.

Inoltre, saranno imposte restrizioni all'esportazione in Russia di alcuni merci di produzione europea. In questo modo si punta a privare l'esercito russo di tecnologie vitali in campo militare. Questi merci includono materiali aeronautici, pezzi elettronici e sostanze chimiche.

Il pacchetto di sanzioni, che comprende anche il settore dei servizi, inoltre vieta ai cittadini dei paesi dell'UE di far parte alla gestione di società statali in Russia.

La presidente Von der Leyen rendendo noto che il pacchetto di sanzioni include anche il petrolio russo, ha aggiunto:

"La Russia usa i profitti che guadagna dalla vendita di combustibili fossili per finanziare la guerra./.../. Attraverso questo pacchetto stiamo stabilendo la base giuridica per imporre un tetto massimo al prezzo del petrolio russo

Mentre, l'alto rappresentante dell'UE Borrell rilevando di aver ampliato la lista delle persone e delle organizzazioni da sanzionare, ha affermato che la lista è composta da coloro che fanno parte nell'occupazione e l’annessione delle terre ucraine da parte della Russia, tra cui alti funzionari militari di alto rango, decisori, alcuni oligarchi e persone che fanno propaganda.

Borrell ha affermato che mirano a fornire una "risposta diretta" a coloro che aggravano la guerra reclutando 300 mila persone nell'esercito.

L'alto rappresentante dell'UE osservando che prenderanno di mira i funzionari russi, che sono i "rappresentanti della Russia" a Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhya, e le persone che hanno organizzati falsi referendum in 4 regioni dell'Ucraina, ha dichiarato che alla lista aggiungeranno anche alcune persone dell'industria della difesa



NOTIZIE CORRELATE