Lavrov: “Sono gli Stati Uniti a prendere le decisioni non Zelensky”

Più armi l'Occidente fornisce all'Ucraina, più a lungo durerà questo conflitto e la lotta del regime nazista sostenuto...

1849776
Lavrov: “Sono gli Stati Uniti a prendere le decisioni non Zelensky”

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che gli Stati Uniti prendono le decisioni al posto del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

Lavrov ha risposto alle domande dei giornalisti durante la sua visita nella capitale del Turkmenistan, Ashgabat, dove si trova per partecipare alla riunione dei ministri degli Esteri dei paesi del Caspio.

Lavrov notando che i leader occidentali dichiarano che "in Ucraina la pace non dovrebbe essere raggiunta nelle condizioni della Russia", ha osservato che i paesi occidentali continuano a inviare armi in Ucraina.

Il ministro russo sottolineando che la linea dell'Occidente in questa direzione è "improduttiva" e "distruttiva", ha aggiunto:

"Più armi l'Occidente fornisce all'Ucraina, più a lungo durerà questo conflitto e la lotta del regime nazista sostenuto".

Alla domanda "Zelensky spera nel supporto della NATO?", Lavrov ha risposto:

"I pensieri e le speranze di Zelensky sono ovviamente non hanno importanza. Non è lui a prendere le decisioni. Le decisioni vengono prese da Washington. Quelle decisioni non vengono prese nemmeno a livello presidenziale. Sono prese dai funzionari del Dipartimento di Stato".

Lavrov valutando la possibilità della partecipazione di Zelensky al vertice del G20 ospitato dall'Indonesia, ha affermato:

"Senza Zelensky non si tengono più riunioni. Il governo ucraino è persistente e serio su questi temi. Se Zelensky se andrà o meno in giro durante il vertice di Bali non è una nostra preoccupazione.



NOTIZIE CORRELATE