Il segretario generale dell'ONU parla della situazione umanitaria drammatica in Siria

Il 90% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà, le infrastrutture del Paese sono devastate dal conflitto...

1846249
Il segretario generale dell'ONU parla della situazione umanitaria drammatica in Siria

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato che è fondamentale estendere per un altro anno gli aiuti transfrontalieri alla Siria.

Antonio Guterres che ha tenuto un discorso alla riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC), tenutasi a New York, negli Stati Uniti, sulla situazione umanitaria in Siria, dove i bisogni sono ai massimi livelli a causa della guerra civile che dura da 11 anni, ha affermato che è di vitale importanza l'estensione della relativa risoluzione sulla consegna di aiuti attraverso il varco di frontiera di Babul sul confine turco.

Nel suo discorso, Guterres suggerendo di estendere per un altro anno il pacchetto di aiuti, che scadrà il 10 luglio, ha aggiunto:

"La situazione umanitaria per milioni di bambini, donne e uomini in Siria rimane drammatica. I numeri parlano chiaro: 14,6 milioni di persone hanno bisogno di assistenza umanitaria e 12 milioni di persone hanno problemi alimentari.

Il 90% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà, le infrastrutture del Paese sono devastate dal conflitto, l'attività economica è stata dimezzata e le persone vivono sull'orlo dell'abisso. Il popolo siriano ha bisogno di 4,4 miliardi di dollari e di 5,6 miliardi di dollari sono necessari per sostenere i rifugiati nella regione.”

Il segretario generale dell’ONU riferendosi ai crescenti bisogni nel nord-ovest della Siria, ha chiesto che vengano tenute le promesse fatte durante la sesta Conferenza di donazioni tenutasi a Bruxelles, in Belgio, il 10 maggio, ed ha attirato l’attenzione sul fatto che che oltre il 90% delle persone nella regione ha bisogno di aiuto, e 2, 8 milioni di persone vivono nei campi.

Antonio Guterres ha affermato che l'unico modo per porre fine "realmente" alla tragedia umana in Siria è attraverso un cessato il fuoco a livello nazionale e una soluzione politica che consentirà al popolo siriano di determinare il proprio futuro.

L'estensione del pacchetto di aiuti richiede l'approvazione di almeno nove membri del Consiglio, a condizione che non si opponga nessuno dei cinque membri permanenti del Consiglio (Russia, Cina, Stati Uniti, Francia e Regno Unito).



NOTIZIE CORRELATE