Stoltenberg: “La Turchia è un Paese geograficamente e strategicamente importante”

Ovviamente, quando guardi il Mar Nero, capisci di più sull'importanza della Turchia nella guerra russo-ucraina...

1832163
Stoltenberg: “La Turchia è un Paese geograficamente e strategicamente importante”
Finlandiya-İsveç-NATO.jpg
nato.jpg

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha sottolineato che la Turchia è un paese chiave dal punto di vista geografico e strategico e un Paese importante per tutti i paesi alleati, molto più di un semplice paese alleato.

Stoltenberg ha tenuto un discorso ad panel intitolato "Sicurezza dell'Europa" al World Economic Forum (WEF), noto anche come "Vertice di Davos", tenutosi nella città svizzera Davos.

Ad una domanda del moderatore sul suo colloquio con il presidente Recep Tayyip Erdogan in merito alla domanda d’adesione alla NATO della Svezia e della Finlandia, Stoltenberg affermando che il presidente Erdogan gli aveva espresso le sue precedenti preoccupazioni, ha aggiunto che queste preoccupazioni sono il terrorismo, il sostegno all'organizzazione terroristica separatista PKK e la fornitura alla Turchia delle armi di cui ha bisogno.

"Anche la Turchia concorda sull'allargamento della NATO per la stabilizzazione dell'Europa. L'adesione della Svezia e della Finlandia rafforzerà la NATO.

Dobbiamo accettare che la Turchia è un alleato importante. La Turchia è il Paese che ha subito di più gli attacchi terroristici. Molto più di qualsiasi altro alleato della NATO.

la Turchia è un paese chiave geograficamente e strategicamente e confina con Siria e Iraq. La lotta contro l'organizzazione terroristica DAESH dipende interamente dall'uso delle opportunità in Turchia.

Ovviamente, quando guardi il Mar Nero, capisci di più sull'importanza della Turchia nella guerra russo-ucraina in corso dal 24 febbraio", ha detto Stoltenberg.

Il Segretario generale della NATO sottolineando la necessità di comprendere le questioni sollevate dalla Turchia ha dichiarato:

"La Turchia è importante per tutti gli alleati. Ecco perché stiamo lavorando sodo su questo".



NOTIZIE CORRELATE