Successo dei droni turchi spinge le Forze Armate statunitensi a cambiare le tattiche di guerra

Il successo della Turchia nello sviluppo del dei veicoli aerei senza pilota armati (droni armati) Bayraktar TB2 e l'orientare dei paesi a cambiare le loro tattiche di guerra ha spinto gli Stati Uniti a condurre nuove ricerche in questa direzione...

1612679
Successo dei droni turchi spinge le Forze Armate statunitensi a cambiare le tattiche di guerra

Il successo della Turchia nello sviluppo del dei veicoli aerei senza pilota armati (droni armati) Bayraktar TB2 e l'orientare dei paesi a cambiare le loro tattiche di guerra ha spinto gli Stati Uniti a condurre nuove ricerche in questa direzione.

Un articolo pubblicato sulla rivista Foreign Policy, si afferma che i droni hanno neutralizzato i sistemi di difesa aerea e le armature pesanti dell'Armenia nel Nagorno-Karabakh, ed è per questo motivo i paesi sviluppati sono stati costretti a riorganizzare le loro tattiche di guerra, che sono rimaste disfunzionali.

Nell'articolo si trova anche l’opinione dell’ex  capo dell'Asymmetric Warfare Group dell'esercito americano, il colonnello Scott Shaw. Il colonnello Shaw, affermando che i droni assomigliano sempre più ai "carri armati”, ha fatto questa valutazione sui droni armati: 

"Questi droni, questi animali corazzati che volano possono sferrare pugni distruttivi e renderlo sempre più difficile distruggerli e renderebbe potenzialmente più facile uccidere i soldati a terra e questo renderebbe ancora più economico osservare il campo di battaglia.

Dopo aver analizzato le molte ore di guerra nel Nagorno-Karabakh, l'esercito americano ha iniziato ad addestrare le sue rispettive unità. Questa situazione crea nuove sfide per le manovre in stile americano".

 


etichetta: #Bayraktar TB2

NOTIZIE CORRELATE