Si è conclusa una partnership storica di quasi 50 anni

Con la fine del periodo di transizione del Regno Unito, iniziato dopo la Brexit, si è conclusa la partnership storica di quasi 50 anni con l'Unione europea...

1555708
Si è conclusa una partnership storica di quasi 50 anni

Con la fine del periodo di transizione del Regno Unito, iniziato dopo la Brexit, si è conclusa la partnership storica di quasi 50 anni con l'Unione europea.

La completa uscita del Regno Unito dall'Unione Europea è stata annunciata ieri alle 23:00 ora locale con il suono della campana del Big Ben.

Così, è iniziata una nuova era per il Regno Unito, che è diventato membro dell'Unione Europea nel 1973 e rimane soggetto alle regole di Bruxelles nonostante abbia lasciato l'Unione il 31 gennaio 2020.

Nuove normative sono entrate in vigore tra le due parti su questioni come commercio, viaggi, immigrazione, leggi e sicurezza.

Successivamente, le parti proseguiranno le loro relazioni commerciali in conformità con l'accordo di libero scambio firmato il 30 dicembre e il Regno Unito rimarrà fuori dalla giurisdizione dei tribunali dell'Unione europea.

Gli inglesi hanno anche perso il diritto alla residenza permanente e ai permessi di lavoro nei paesi dell'UE.

Mentre i cittadini degli Stati membri dell'UE potranno vivere nel Regno Unito solo se soddisfano le condizioni di immigrazione necessarie.

C'è ancora incertezza su cosa accadrà nei settori bancario e dei servizi, che occupano un posto importante nell'economia britannica.

Nel frattempo, il primo ministro Boris Johnson, nel suo messaggio di Capodanno, sull'uscita dall'UE, ha dichiarato:

"Questo è un grande momento per il Paese. Abbiamo preso la nostra libertà e sta a noi sfruttarla al meglio".

 


etichetta: #Boris Johnson , #Brexit

NOTIZIE CORRELATE