Strage alla moschea moschea di Quebec City, Corte riduce la punizione

I tre giudici hanno sentenziato che mentre una decisione di fissare “l'idoneità” alla libertà condizionale a 40 o più anni "può dare ad alcune persone un senso di soddisfazione", è "grossolanamente sproporzionata" perché supera la durata di vita prevista

1535296
Strage alla moschea moschea di Quebec City, Corte riduce la punizione

L'autore della strage alla moschea moschea di Quebec City nel 2017 era stato condannato all'ergastolo senza possibilità di libertà condizionale per 40 anni per esser ritenuto colpevole per un attacco "crudele e insolita"della storia del paese.

Ieri pero’ la Corte d'Appello del Quebec City  con una decisione unanime, ha ridotto l'ergastolo di Alexandre Bissonnette a 25 anni senza condizionale, invalidando allo stesso tempo le sezioni del codice penale che consentono ai giudici di emettere ergastoli consecutivi per omicidio.Quella sentenza è stata ridotta a 25 anni nella decisione della Corte d'appello del Quebec di giovedì, che ha contestato un emendamento del 2011 al codice penale che consentiva di scontare le condanne all'ergastolo una dopo l'altra piuttosto che contemporaneamente, come avveniva in precedenza.I tre giudici hanno sentenziato che mentre una decisione di fissare “l'idoneità” alla libertà condizionale a 40 o più anni "può dare ad alcune persone un senso di soddisfazione", è "grossolanamente sproporzionata" perché supera la durata di vita prevista della persona. Contempla una possibilità che non potrà mai realizzarsi. Questo è il motivo per cui il provvedimento è assurdo e costituisce un attacco alla dignità umana" si legge nel comunicato.



NOTIZIE CORRELATE