Iraq, almeno 8 manifestanti iracheni sono stati uccisi

Continuano le proteste anti-governative iniziato un mese fa

Iraq, almeno 8 manifestanti iracheni sono stati uccisi

Almeno 8 manifestanti iracheni sono stati uccisi nelle ultime ore a Baghdad e nella città meridionale di Bassora da forze di polizia . Ci sono più di 20 feriti. Continuano le proteste anti-governative iniziato un mese fa. Migliaia manifestanti protestano la disoccupazione, corruzione, la mancanza dei servizi pubblici.

Secondo  la Comissione irachena dell'ONU  dal 1 ottobre quando sono iniziate le proteste sono morte oltre 250 persone.

Intanto, più alto leader religioso  sciita iracheno Ali al-Sistani ha detto  che spetta alle forze di sicurezza assicurarsi che le proteste non diventino ulteriori violenze e ha esortato il governo a rispondere alle richieste dei manifestanti il prima possibile.

"La più grande responsabilità è delle  forze di sicurezza", ha detto un rappresentante del Grand Ayatollah Ali al-Sistani dopo la preghiera del venerdì nella città santa musulmana sciita di Kerbala.

Sistani ha anche messo in guardia dallo sfruttamento dei disordini in Iraq da parte di forze "interne ed esterne" che cercano di causare instabilità nel paese.

 

 


etichetta: Manifestazioni , Iraq

NOTIZIE CORRELATE