Arrestato uno dei principali sospetti di Reyhanlı

"Non ho potuto di nascondermi dalle forze di sicurezza turche. Me ne pento davvero. Da qui avverto i miei amici, abbandonate questa strada. Lo stato turco ci proteggerà", ha detto Nazik.

Arrestato  uno dei principali sospetti di Reyhanlı

Yusuf Nazik, di 34 anni, uno dei principali sospetti per l’attentato che nel 2013 provocò la morte di oltre 53 persone a Reyhanli, nel sud del paese, è stato arrestato in un’operazione segreta condotta dall’Agenzia d’intelligence nazionale (Mit) nella provincia di Latakia, nel nord-ovest della Siria. Nazik era tra gli otto sospetti latitanti,, è stato già portato in Turchia e, interrogato dal Mit e ha confessato di aver  fatto contatt, con diversi ufficiali dell’intelligence siriana e aver avuto l’incarico di trasportare esplosivi dalla Siria alla Turchia e di determinare un luogo per l’attentato.

"Non ho potuto di nascondermi dalle forze di sicurezza turche. Me ne pento davvero. Da qui avverto i miei amici, abbandonate questa strada. Lo stato turco ci proteggerà", ha detto Nazik.

 


etichetta: Turchia , Sospetto , Reyhanlı

NOTIZIE CORRELATE