Agenda: Proteste in Francia

Vi presentiamo le valutazioni di Can Acun presso SETA.

Agenda: Proteste in Francia

 Nei giorni scorsi in  Francia e Belgio  sono avvenuti scontri durante le manifestazioni nelle strade. Anche se in Olanda e i Belgio le manifestazioni die gillet gialli sono rimaste un po limitate, in Francia la situazione è stata molta diversa.

l governo francese ha  dispiegato  "mezzi eccezionali", con oltre 89mila poliziotti e membri delle forze dell'ordine mobilitati in Francia per il quarto giorno di manifestazioni dei Gilet gialli. Le forze di sicurezza francesi hanno fermato 1700 manifestanti utilizzando forza sproporzionata. Inoltre tra manifestanti c’erano anche alcuni gruppi legati al PKK. Il presidente francese Macron parlando al popolo framcese durante un programma televisivo, ha cercato di mitigare l’atmosfera.

 In Francia la mobilitazione generale convocata sui social dal movimento dei "gilet gialli" per protestare contro il caro benzina ha provocato  una tragedia, La polizia ha utilizzato la forza eccessiva.I feriti sono 227 di cui 7 gravi. I fermi sono saliti a 117, 73 dei quali trattenuti in detenzione. In tutto il Paese sono scese in piazza 282mila persone, secondo i dati del ministero dell'Interno. Anche se la Francia ha utilizzato la forza eccessiva contro manifestanti, i media occidentali non l’hanno dimisotrato.

DalL’altra parte  non possiamo dire che  le manifestazioni di gillet gialli  ha  completamente uno scopo pacifico. Tra  i manifestanti c’erano anche alcuni gruppi, radicali che sostengono il vandalismo.

 

Auto in fiamme erano visibili, sono stata rovesciata e incendiata le vettura di diversi negozi che sono saccheggiati. Nelle immagini si è visto che alcuni gruppi simpatizzanti del PKK  erano tra i manifestanti.

 Inoltre, il governo francese accusa alcune potenze estere di esser dietro queste manifestazioni. Francia accusa indirettamente Russia e USA.

 

 Il presidente francese rivolgendo alla nazione in un programma televisivo ha cercato di diminuire la situazione nel paese.

“Vedo uno stato di emergenza sociale ed economico della Francia: ne usciremo bene tutti insieme, lo voglio per la Francia, siamo apripista per noi e per gli altri.
Non possiamo restare divisi. Attraversando questa crisi, riconcilieremo i francesi”. Lo ha detto il presidente Emmanuel Macron nel corso del suo intervento in tv dopo la crisi dei gilet gialli. “Prenderò misure già questa settimana”, ha aggiunto, precisando che il governo prenderà misure sociali, ha detto Macron annunciado anche che aumenterà anche  lo stipendio minimo ai francesi e gli straordinari saranno esenti dalla tasse, inoltre già nel 2019 chiederà alle imprese di dare bonus che saranno detassati ai lavori" annuncia.

Il salario minimo aumenterà di 100 euro al mese dal 2019.  Inoltre, sarà annullata la contribuzione sociale generalizzata  per i pensionati che percepiscono meno di 2.000 euro al mese. -

 

 

 

 


etichetta: Proteste , Francia

NOTIZIE CORRELATE