TurkStream porterà il gas di Mosca in Turchia attraverso il mar Nero

Inoltre altri progetti come TANAP e il gasdotto Ceyhan   rafforzano la mano della Turchia  nelle politiche energetiche e offre variazioni nella fornitura dell’energia di cui ha bisogno.

TurkStream porterà il gas di Mosca in Turchia attraverso il mar Nero

Nei giorni scorsi il presiente Erdogan e il capo di stato russo Vialdmir Putin hanno partecipato alla cerimonia di inaugurazione per il completamento del tratto sottomarino del TurkStream. Si tratta del gasdotto che porterà il gas di Mosca in Turchia attraverso il mar Nero e che punta a raggiungere con una seconda linea anche i Paesi Ue.

l TurkStream «diverrà un elemento importante per garantire la sicurezza energetica europea»: ha affermato Putin. «L'inizio dell'attività del TurkStream - ha affermato Putin alla presenza del presidente turco Recep Tayyip Erdogan - permetterà indubbiamente ai nostri Paesi di espandere qualitativamente la cooperazione nel settore del gas, avrà grande importanza per lo sviluppo economico della Turchia e dell'intera regione del Mar Nero e diverrà un elemento importante per garantire la sicurezza energetica europea».      

Inoltre altri progetti come TANAP e il gasdotto Ceyhan   rafforzano la mano della Turchia  nelle politiche energetiche e offre variazioni nella fornitura dell’energia di cui ha bisogno.

 

Il progetto del TurkStream prevede la costruzione di un gasdotto composto da due rami, ciascuno con una capacità di consegnare 15,7 miliardi di metri cubi (554 miliardi di piedi cubi) di gas all'anno. La prima tratta porterà il gas attraverso il Mar Nero direttamente in Turchia, mentre l'altra attraverserà il territorio turco fino al confine occidentale, trasportando gas naturale verso i paesi del sud e sud-est dell'Europa.

L’annuncio del progetto era stato dato nel 2014. La lunghezza della parte a mare del tubo è previsto a circa 930 km, e passa nel mar Nero e raggiunge Kıyıköy in Turchia. La lunghezza totale del progetto è  1100 km. La seconda linea del gasdotto porterà 31,5 milliradi metri cubi di gas verso Europa attraverso la Turchia.

 il secondo tratto, che correrà parallelo alla prima linea di sealine, dovrebbe essere completato anch’esso il prossimo anno, servirà a fornire gas – altri 15,75 miliardi di metri cubi l’anno – ai paesi dell’Europa del sud e del sud-est attraverso un percorso – non ancora determinato esattamente – che potrebbe passare per Grecia, Bulgaria, Serbia, Ungheria, forse Romania, fino all’Austria e all’Italia probabilmente. Ad esempio il ministro serbo delle Miniere e dell’energia Aleksandar Antic ha dichiarato che la Serbia è pronta ad aderire al progetto del gasdotto TurkStream. Aveva detto che la costruzione del gasdotto sarà presto completata, e l’adesione della Serbia al progetto sarebbe stata una grande opportunità per migliorare la sicurezza energetica sia per la nazione che per la regione. 

Intanto, La Grecia è interessata ad estendere il gasdotto TurkStream al suo territorio.

 Il primo ministro greco ha reso noto che la Grecia eseguisce attiva politica a Bruxelles per la sua partecipazione al progetto.

Parallelamente  questa allenaza strategica, i due paesi igliorano le relazioni anche in diversi campi

Il presidente Erdogan ha fatto accenno al fatto che la Turchia  e la Russia  aumentano il volüme commericiale che tocca in questi giorni, a 100 miliiardi di dollari..

 

.

 



NOTIZIE CORRELATE