Prospettiva Globale 45

L'Islam europeo?...

Prospettiva Globale 45

L'Islam europeo è stato discusso intensamente in Europa da qualche tempo. Anche se questo è un dibattito molto più che riguarda i musulmani, le parti del problema sono in genere stati e istituzioni di sicurezza europea e accademici e scrittori occidentali.

Il dibattito non è essenzialmente un dibattito ingiustificato. Con i processi di globalizzazione L'umanità di diversa identità, cultura, religione e lingua ha cominciato a coesistere sempre di più. Mentre questa coesistenza è una situazione ben conosciuta dai paesi come lo stato ottomano, è una nuova situazione per l'Occidente. Mentre nei secoli precedenti la relazione dei paesi occidentali con paesi di diverse religioni e culture era una relazione di sfruttamento, si può dire che i paesi occidentali affrontano differenze con l'emigrazione di queste persone in Occidente. Questa volta, allo stesso tempo, è il tempo di uno stato-nazione moderno, centralista e monista, e per questo motivo, è anche un momento in cui la coesistenza delle differenze diventa più difficile.

Una cultura europea compatibile con l'Islam

Se oggi persone di storie, religioni e culture diverse coesistono di più, naturalmente dei risultati di questa situazione si occupano gli stati, le istituzioni e gli intellettuali. Questa situazione è del tutto comprensibile se lo scopo dell'Islam europeo è di far progredire le pratiche compatibili con l'islam in Europa anziché le diverse pratiche islamiche al di fuori dell'Europa. Se ciò che vogliamo spiegare con l'Islam europeo è la sussidiarietà in una certa misura in settori come la lingua, la cultura e il metodo, l'Islam lo prevede già in sé. In questo contesto, l'Islam in Turchia e le comprensioni e le pratiche islamiche in Estremo Oriente, nei Balcani e in Medio Oriente contengono differenze l'una dall'altra in una certa misura, nonostante la loro stessa essenza. In questo quadro, è abbastanza comprensibile che i musulmani europei enfatizzino una cultura europea compatibile con l'Islam invece di una pratica islamica compatibile con le geografie da cui provengono. Sebbene non è ben accolto ad impostare in Turchia o in un altro paese, elementi pratici, culturali e folcloristiche e la comprensione artistica e letteraria dell’Africa, del Medio o l’Estremo Oriente, resta inteso che né ben accolto fare lo stesso in Europa. Non essere benvenuti non è una questione di questi elementi culturali errati, ma di essere consapevoli che ogni società ha i propri elementi culturali compatibili con la propria geografia. Oltre a questa cultura comune, che sarà propriamente posseduta nel contesto della geografia vivente, diverse culture potrebbero essere nel tentativo di mantenere viva la loro cultura in una società aperta e civile. Una cultura europea compatibile con l'Islam non è solo una questione di quegli che arrivano in Europa, ma dell'Europa stessa. Quando diciamo una cultura europea compatibile con l'Islam, stiamo parlando della necessità di escludere elementi come il razzismo, il fascismo e il nazismo che esistono nella genetica culturale dell'Europa.

L'enfasi sull'Islam europeo viene anche utilizzata in alcuni casi per esprimere che coloro che vengono in Europa non hanno valori universali come l'uguaglianza, la libertà, i diritti umani, il pluralismo e la convivenza. Tuttavia, si può affermare che gli europei si sono allontanati da questi valori negli ultimi tempi. Un approccio, che differenzia gli immigrati dalle persone, la crescente anti-immigrazione e l'islamofobia, è tra i primi a venire in mente. Nelle indagini sull'opinione pubblica, è in aumento il tasso di non volere ciò che è diverso da se stesso.

Un approccio dell'Islam europeo, sicuro non libertario

Guardando a ciò che è scritto e alle pratiche degli stati occidentali, il dibattito sull'islam europeo non sembra essere un dibattito civile, culturale e sui valori. Gli stati europei stanno affrontando questo dibattito di più in contesto della sicurezza. Per questo motivo, questi studi sono generalmente condotti da istituzioni di intelligence e sicurezza nel contesto della sicurezza anziché della cultura, della coesistenza, del pluralismo e della diversità.

Se c'è un problema di sicurezza, ovviamente, prenderanno misure di sicurezza. Questo è indiscutibile. Ma affrontare i problemi civili, sociali, culturali e politici che riguardano milioni di persone, solo dalla prospettiva di sicurezza, approfondisce i problemi. È altamente comprensibile e necessario che gli stati, che non sono familiari, formano regole per nuove situazioni. Ma questi sforzi devono essere orientati alla comprensione. Pertanto, gli stati europei dovrebbero incoraggiare la creazione di organizzazioni islamiche da parte dei musulmani invece di designare nomi che sono direttamente e per lo più estranei all'Islam. Queste attività dovrebbero essere svolte da organizzazioni civili piuttosto che da organizzazioni di sicurezza o di intelligence.

Cosa dovrebbero fare i musulmani ...

Nel contesto dell'Islam europeo, non è un atteggiamento morale pretendere che i musulmani facciano la loro parte e critichino solo i paesi collegati. Se i musulmani, che vivono in Occidente, hanno problemi di educazione, economia e partecipazione politica, intellettuale e accademica oggi, se i tassi di criminalità sono alti, le culture del lavoro non sono sufficienti, sicuramente i musulmani e le loro organizzazioni hanno grandi responsabilità. Allo stesso modo, è necessario sottolineare i problemi di rappresentazione ed espressione nei paesi in cui vivono. Ci si aspetta che lavorino per distribuire il clima di paura creato lavorando in stretta cooperazione e stabilendo rapporti diretti e aperti con le autorità del paese corrispondente.

Cosa porterebbe in Europa un Islam che abbia preso il suo carattere socievole?

Quello che alcuni segmenti vogliono ottenere con l'Islam europeo è un desiderio islamico o musulmano libero da ogni pretesa sulla società, sulla famiglia e sull'essere umano. In Europa, tuttavia, il collasso della famiglia, i bambini abbandonati, l'incesto, le relazioni omosessuali e l'uso di droghe sono troppo comuni per confrontarsi con il resto del mondo. In termini di valori sociali, l'Europa sta vivendo quasi un periodo di zelo in cui tutto ciò che è umano si perde rapidamente e dove le relazioni legittime e normali sono insufficienti per le persone a causa dell'elevato livello di soddisfazione economica. I valori islamici possono essere l'ultima forza che non è stata ancora occupata. Per questo motivo, un musulmano, che ha perso le sue pretese su società, famiglia e umanità, accelera solo il collasso dell'Europa.

Anche i cristiani ed ebrei devono sostenere i musulmani

Abbiamo visto che un tale musulmano non guadagnerebbe nulla nei processi analoghi del giudaismo e del cristianesimo. Credo che cristiani ed ebrei siano anche preoccupati che i valori morali siano erosi e sconvolti dal collasso morale e dall'egoismo estremo. Allo stesso modo, i laici che sono turbati dalla completa scomparsa di più valori umani. In sostanza, devono anche reagire alla scomparsa di questi valori intrinseci al cristianesimo e al giudaismo.

I musulmani europei devono conoscere la propria agenda

Nonostante tutto, i musulmani devono anche padroneggiare la propria agenda in Africa, America, Cina, India, Medio Oriente e, naturalmente, in Europa. Come? Continueremo la prossima settimana.



NOTIZIE CORRELATE