Prospettiva Globale 27

Un viaggiatore alla ricerca di una civiltà perduta: Fuat Sezgin...

Prospettiva Globale 27

Questa settimana abbiamo perso, all'età di 94 anni, il Prof. Dr. Fuat Sezgin, uno scienziato che dedicò la sua vita alla scienza moderna. I suoi successi e la sua eredità nei 94 anni sono molto importanti ed è quasi più di quanto possa essere realizzato in molte vite umane. Fuat Sezgin era come un orologio che funzionava perfettamente e che andava sempre bene. Quando l'orologio ha smesso di ticchettare, ci ha lasciato.

Cosa rende questo scienziato così speciale?

Un viaggia da Bitlis al resto del mondo...

Fuat Sezgin era nato nel 1924 a Bitlis. Aveva ricevuto il suo primo insegnamento in religione e in arabo da suo padre, che era il muftì del distretto. Iniziò la sua carriera accademica nel 1943 presso l'Istituto di scienze orientali nella Facoltà di Lettere dell'Università di Istanbul. Qui si incontrò con l'orientalista tedesco Helmutt Ritter.

A volte un "male" può causare un "bene" ...

Mentre continuava il suo lavoro accademico, Fuat Sezgin fu licenziato dall'università insieme a molti altri scienziati dopo il colpo di stato del 1960. La sua unica colpa fu che il suo fratello era il presidente municipale del Partito Democratico. All'età di 36 anni, mentre era un giovane accademico, Sezgin divenne disoccupato. Ma come sempre, mentre le porte del loro paese si chiudono a persone oneste, laboriose e produttive, nuove porte si aprono in altre parti del mondo. Quando, diversi anni dopo, Fuat Sezgin incontra gli ufficiali che l’avevano licenziato dall'università, e li disse: "Non mi piace quello che avete fatto e la vostra politica, ma vi ringrazio. Perché se non mi aveste mandato via dall'università, non avrei potuto fare il mio lavoro scientifico in Germania".

Quando tutte le porte si sono chiuse, ha ricevuto gli inviti dagli Stati Uniti e dalla Germania. Preferirò la Germania perché era più facile per i viaggi di andata e ritorno in Turchia. Grazie al lavoro svolto in Germania, è stato conosciuto come lo scienziato più scientificamente stimato nel mondo della storia scientifica, e più specificamente della storia scientifica islamica.

I musulmani non c'erano presenti nella storia?

Guardando alla vita, del professore Fuat Sezgin sembra essere un guerriero che vuole conquistare il mondo intero nel campo della scienza. Corse da una biblioteca all'altra. Senza dare tempo ad altre attività, dedicò decine di anni al lavoro scientifico. Come disse lui stesso, il suo pranzo spesso consiste di formaggio o marmellata in un pezzo di pane.

Cosa spinse Fuat Sezgin a lavorare con uno sforzo superumano? Oltre al rispetto per la scienza, è anche la percezione "scientifica" ancora oggi accettata da certi ambienti: Cioè la percezione che i musulmani non hanno dato alcun contributo alla scienza. La scienza e la tecnologia moderne derivano dagli sviluppi dell'antica Grecia e dai tempi che seguirono. Come disse lui stesso, nelle prime settimane della scuola primaria si è trovato di fronte a questa errata percezione: "Era la seconda o la terza settimana della scuola primaria. Il nostro insegnante che ci spiegò che la terra era rotonda, ci disse che gli studiosi musulmani avrebbero creduto che il mondo fosse appeso alle corna di bue. Come un povero bambino, come avrei potuto sapere che dopo 30 anni starei per imparare che i musulmani misuravano già nel nono secolo la lunghezza dell'equatore con metodi diversi, fino a 40.000 km?"

Con il suo lavoro, per il quale ha sacrificato tutta la sua vita, Fuat Sezgin ha chiaramente dimostrato il contributo degli studiosi musulmani alle scienze naturali e a molti sviluppi tecnologici. Oltre ai contributi originali degli studiosi musulmani, dimostra che la scienza e la filosofia della Grecia antica sono state trasferite ai tempi moderni grazie a studiosi musulmani.

Nonostante tutto ciò, la vita non è limitata alla storia. Secondo Fuat Sezgin, molti paesi occidentali erano molto più avanzati nella storia della scienza islamica rispetto ai paesi islamici stessi, che è molto triste.  (http://fazlioglu.blogspot.com/2018/06/prof-dr-ihsan-fazlioglu-prof-dr-fuat-sezgin-ilebilim-tarihi-uzerine-soylesi-pdf.htm)

La sua personalità, il suo approccio e il suo contributo ...

Fuat Sezgin rimarrò molto colpito dalle opinioni di Ritter e dalla sua disciplina del lavoro. Anche nel suo primo incontro non aveva nemmeno sentito parlare di alcuni importanti studiosi musulmani menzionati da Ritter. Ritter gli aveva chiesto quante ore lavorava al giorno, che Fuat Sezgin li risponde "13-14 ore". Con quello, Ritter gli disse che con questo lavoro non poteva diventare uno studioso. Successivamente, Fuat Sezgin non ha mai lavorato meno di 17-18 ore al giorno fino alla sua vecchiaia. Quindi, sulla persona di Fuat Sezgin possiamo dire che era un uomo laborioso che non sapeva quale fosse la fatica.

Un altro punto che colpisce nel professore è che, contrariamente alla pratica dei secoli passati, le scienze e la civiltà islamica, l'Occidente e altri, non scegliesse il principio dell'antagonismo. Fuat Sezgin aveva la fiducia degli scienziati musulmani che avevano nel momento in cui erano più attivi. Di conseguenza, agiva con fiducia ogni volta che doveva evidenziare o dettagliare informazioni scientifiche, indipendentemente dalla religione, dalla lingua o dall'origine del suo interlocutore.

Indubbiamente, gli innumerevoli lavori fatti da Fuat Sezgin sono molto importanti sui contributi degli studiosi musulmani alla scienza e alla tecnologia. Tuttavia, Fuat Sezgin non è solo uno scienziato, ma è anche il fondatore dell'Istituto di storia delle scienze arabe e islamiche a Francoforte. Spesse tutti i suoi soldi in questo modo. E non si limitò a quello; per rendere più visibili i contributi musulmani alla scienza e alla tecnologia, fondò musei islamici di scienza e tecnologia a Francoforte e Istanbul.

Due Germania ...

La Germania ha un posto speciale nella vita di Fuat Sezgin. Deve molto alla Germania che gli offrì un'opportunità dopo che le porte erano chiuse con il colpo del 1960. Fuat Sezgin ha ripetutamente espresso questa gratitudine. A quel tempo, la Germania sostenne il suo lavoro senza sentirsi complesso. Ecco perché si dovrebbe apprezzare l'ex Germania. Ma la Germania di oggi è molto diversa. Fuat Sezgin è stato processato per aver "preso possesso dei libri" dopo aver deciso di trasferire la propria biblioteca in Turchia. Era proibito entrare nella sua biblioteca. Nonostante tutto, presse le misure necessarie per garantire che il caso non fosse politicizzato e reso pubblico. Tenendo conto di ciò, dall'approccio passato e attuale della Germania, è flagrante la trasformazione negativa e l'introversione di questo paese.

Fino a poco tempo fa, il mondo turco e islamico non era a conoscenza dell'esistenza di Fuat Sezgin, perché a parte poche eccezioni, questo mondo non è a conoscenza di ciò che aveva perso e di ciò che Fuat Sezgin gli aveva riportato. Con il suo lavoro e le sue opere, Fuat Sezgin è scomparso accendendo una torcia a tutti gli scienziati del mondo. Pace alla sua anima.

Vi abbiamo presentato le valutazioni sulla questione del decano del Facoltà di Scienze Politiche presso l’Università Yildirim Beyazit Ankara, il Prof.  Kudret Bulbul



NOTIZIE CORRELATE