Turchi e italiani nella letteratura turca

libri degli autori turchi raggiungono successo all’estero  negli ultimi anni.

Turchi e italiani  nella letteratura turca

Forse tra i grandi della letteratura e della poesia turche  solo pochisimi  sono  famosi nella letteratura mondiale come le loro controparti in Occidente. Ma, con le traduzioni in inglese in italiano e in altre lingue anche gli scrittori e poeti sempre dicono di esser anche loro nel mondo degli appassionanti della letteratura. In questo programma italiani e turchi nella letteratura turca   facendo un viaggio nella letteratura turca rivolgiamo uno sguardo ad alcuni dei più importanti scrittori del paese. I libri degli autori turchi raggiungono successo all’estero  negli ultimi anni.

Tra questi nomi vediamo Ahmed Haşim, Hamdullah Suphi Tanrıöver, Fuad Köprülü, Yakup Kadri Karaosmanoğlu , Ömer Seyfettin, Mehmet Akif Ersoy, Halide Edip Adıvar, Reşat Nuri Güntekin  Ziya Osman Saba, Yaşar Nabi Nayır, Nazım Hikmet, Orhan Veli Kanık, Oktay Rıfat, Cahit Külebi, Hüseyin Rahmi Gürpınar, Peyami Safa, Kemal Tahir, Aziz Nesin, Necati Cumalı,  e  altri contemporanei Orhan Pamuk, Elif Şafak, Perihan Maden, Zülfü Livaneli, Oğuz Atay, Mario Levi….sono solo pochi tra gli autori turchi che hanno fama anche nella letteratura mondiale. In questo prgramma vi presentiamo  uno dei piu grandi scrittori della Turchia: Yaşar Kemal

Yasar Kemal è stato uno scrittore , giornalista e intellettuale turco e il primo scrittore turco ad essere candidato al Nobel, soprattutto per la saga Memed il Falco (1955), tradotto in 40 lingue. Ha scritto 35 romanzi, di cui nove portati sullo schermo. Kemal è nato nel villaggio di Kadirli, nel 1923.

La sua vita è stata segnata da una tragedia: a cinque anni, vide il padre morire per mano di un orfano adottato dalla sua famiglia. Una terribile esperienza per un piccolo e un’altra brutta esperienza che ha dominato tutta la sua vita: mentre era piccoliismo perse l’occhio destro in un incidente. Abbandonata la scuola, lavorò nei campi e in fabbrica, fino a quando non acquistò una macchina da scrivere: riusci  infine a diventare giornalista.

«Nelle mie opere non ho mai voluto staccarmi dai valori umani che esistono nelle poesie popolari e nelle vecchie epopee» aveva detto Yaşar Kemal. Nei suoi romanzi, caratterizzati da uno stile lirico, i protagonisti sono i contadini, i disastri naturali e causati dall'uomo che devono affrontare

Fra i suoi libri tradotti in Italia: Bambini, Memed il Falco, Terra di ferro e cielo di rame, Trilogia della montagna, La collera del monte Ararat, Il canto dei mille tori, Tu schiaccerai il serpente, Gli uccelli tornano a volare, L’erba che non muore mai, editi tutti.

Il suo romanzo Memed il falco, del 1955, portasse a Kemal  un importante successo che gli permise anche di essere candidato, nel 1972, per il Premio Nobel per la Letteratura.



NOTIZIE CORRELATE