• Video Gallery

Marcia a Lampedusa in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013

Alla marcia hanno partecipato cittadini, rappresentanti di associazioni e un centinaio di studenti provenienti da 15 istituti italiani.

Marcia a Lampedusa in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013

Marcia a Lampedusa in ricordo delle vittime del naufragio del 3 ottobre 2013.

In prima fila il sindaco Totò Martello ha ricordato il tragico evento avvenuto nel 2013, in cui erano morte oltre 300 persone.: "Noi siamo qui come ogni anno ma questa volta il governo non c'è".  Cosi ha accusato il governo che non ha inviato un rappresentante  nell'isola per la Giornata della memoria e dell'accoglienza.

Alla marcia hanno partecipato cittadini, rappresentanti di associazioni e un centinaio di studenti provenienti da 15 istituti italiani. 

La storia  ci ricorda il Mediterraneo come culla della civiltà. Ogni volta che si apre un libro di storia si ricorda che il Mediterraneo è nel centro del mondo e oggi,nel giorno della memoria, dovremmo ricordare i grandi filosofi, coloro che hanno reso grande questo mare, invece siamo qui per ricordare un fatto tragico. E la risposta che ci viene data dall’Italia ma anche dall’Europa è il silenzio. E il tentativo di cancellare anche la storia recente. E quando mi vengono poi a dire che non c’è stato il tempo per finanziare i progetti delle scuole, questa la dice lunga: è un tentativo per non fare veicolare le idee e la storia, il ricordo e la memoria. Il tentativo è di cancellarci, come si sta cercando di fare con Lampedusacancellando il problema”, ha detto il sindaco Martello.



NOTIZIE CORRELATE