Polizia italiana ferma Mohamed Mahsoub, ministro degli Affari legali egiziano

"La polizia italiana mi ha trattenuto per tre ore vicino alla città di Catania su richiesta dell'autorità egiziana di estradarmi. Si rifiuta di rivelare le accuse contro di me", ha detto Mahsoub.

Polizia italiana ferma Mohamed Mahsoub, ministro degli Affari legali  egiziano

 La polizia italiana ha fermato Mohamed Mahsoub, ministro degli Affari legali e parlamentari egiziano sotto l'ex presidente Mohamed Morsi nella città di Catania.Il ministro egiziano è stato fermato su richiesta delle autorità egiziane. Mahsoub in un messaggio sul suo account Twitter ha annunciato che la polizia italiana ha rifiutato di rivelare le accuse contro di lui.

"La polizia italiana mi ha trattenuto per tre ore vicino alla città di Catania su richiesta dell'autorità egiziana di estradarmi. Si rifiuta di rivelare le accuse contro di me", ha detto Mahsoub.

Mahsoub è stato nominato ministro di Stato per gli affari parlamentari il 2 agosto 2012 durante l'amministrazione di Mhammed Morsi. Mahsoub fu anche capo del comitato di redazione e membro dell'Assemblea costituente incaricato di redigere la nuova costituzione egiziana voluta da Morsi. Mahsoub si è dimesso dal suo incarico il 27 dicembre 2012 per protestare contro la decisione del presidente Mohamed Morsi di avviare un rimpasto di governo e dal 21013 viveva in Francia.Nel 2016 Interpol aveva diffuso "allarme rosso" per il suo arresto .



NOTIZIE CORRELATE